Corsi estivi di musica

Musica Sanvitese

Tomasz Tomaszewski
professore all’Universität der Künste di Berlino

Corso di Violino 8-18/07/2022

Tomasz Tomaszewski ha studiato con Tadeusz Wronski e Stanislaw Kawalla alla Fryderyk Chopin Music Academy di Varsavia. Ha conseguito il Diploma di Maturità nel 1976.

Ha inoltre preso parte a numerose masterclass collaborando con i professori O. Krysa, B. Druzynin, W. Marschner, J. Fournier e H. Szeryng. Nel 1979 ricevette la borsa di studio dal Ministero della Cultura polacco e si recò a Leningrado per studiare con Boris Gutnikov e Tamara Fidler.

Ha suonato con l’Orchestra da camera barocca „Con moto ma cantabile”, l’Orchestra da camera della Filarmonica di Varsavia diretta da Karol Teutsch e – anche come solista e primo violino dell’Orchestra da Camera Polacca di Jerzy Maksymiuk.

Come secondo violinista del Quartetto Polacco ha ricevuto molti premi, ad es. Primo premio al Concorso Internazionale di Belgrado (1975) e III premio al Concorso ARD di Monaco (1976).

Dal 1980 Tomasz Tomaszewski vive in Germania. All’inizio è stato primo violino dell’Orchestra di Baden-Baden, poi è stato membro della National Theatre Orchestra di Mannheim.

Dal 1982 al 2017 è stato il primo maestro concertatore della Deutsche Oper Orchestra di Berlino. Ha lavorato con direttori famosi come Barenboim, Sinopoli, Stein, Rattle, Tielemann, Viotti, Frübeck de Burgos, Bertini, Barszaj, Mariner, Hoogwod, Abbado, Gergiev tra gli altri.

Dall’ottobre 1983 lavora presso l’Università delle Arti di Berlino. Ha ricevuto la cattedra di UdK nel 2002.

Tomasz Tomaszewski si esibisce regolarmente come solista e musicista da camera con 'Philharmonische Streicher Solisten’, 'Arte Quartett Berlin’, 'd’Al solo al tutti’, 'Debussy Ensemble Berlin’, 'Stradivari Sextett Habisreutinger’, 'European Fine Arts Trio’ – come fondatore e primo violino del „Polish String Quartet Berlin” – come fondatore e direttore artistico dell’orchestra da camera „Kammersolisten der Deutsche Oper Berlin” – come fondatore e primo violinista del „Salon Orchester der Deutsche Oper Berlin” – come il primo violino e consulente artistico della „Baltic Neopolis Orchestra”.

Tomasz Tomaszewski è l’iniziatore e il direttore artistico del festival 'Slesian Musical Summer’, creato nel 2002. È anche presidente del consiglio di amministrazione dell’Internationale Beethoven Gesellschaft e.V., fondata nel 2000 a Berlino e fondatore e presidente dell’Europäisches Forum Polene Musik eV (Forum europeo della musica polacca). Tomaszewski è anche Direttore e Presidente della Giuria del Concorso Internazionale di Musica da Camera Beethoven che si è svolto presso il Centro Europeo per la Musica Krzysztof Penderecki a Luslawice.

Tomasz Tomaszewski è regolarmente invitato a far parte della giuria di concorsi nazionali e internazionali come il Concorso internazionale per giovani a Oldenburg, il Concorso internazionale di violino Georg Philipp Telemann a Poznan, il Concorso nazionale di violino della famiglia Groblicz a Cracovia, „Violino per i migliori” Concorso a Stettino, Torneo Internazionale di Musica da Camera a Bydgoszcz, Concorso Internazionale di Violino Witold Rowicki in memoriam a Zywiec o Concorso Internazionale di Liuteria a Cremona.

Di recente ha ricevuto un prestigioso riconoscimento – PREIS DER DEUTSCHEN SCHALLPLATEN KRITIK – per il CD 'Poland Abroad’ registrato con il 'Polish String Quartet Berlin’, considerato la migliore produzione del 2019 nel genere di musica da camera.

Leszek Brodowski
membro dell’European Chamber Music Teachers Association

Corsi di Viola, Musica da Camera e Fisiologia del Violino e Viola  8-18/07/2022

Violista e concertista polacco, pedagogo, direttore d’orchestra ed organizzatore di concerti.

Inizia a suonare il pianoforte all’età di quattro anni e il violino di sei a Varsavia.

Si è diplomato con lode all’Accademia Musicale di Varsavia come allievo (dopo anche assistente) di Prof. Stefan Kamasa.

Dopo i corsi di perfezionamento con Michael Flaksman e Wolfram Christ ha ricevuto una borsa di studio dal governo italiano a Roma, dove ha studiato con Ulrich Koch, Ruggiero Ricci, Kurt Redel, Moshe Atzmon e altri.

Ha suonato nelle più importanti orchestre del suo paese: Grande Teatro dell’Opera, Filarmonica Nazionale, Opera da Camera di Varsavia, Orchestra da Camera Wratislavia, Filarmonica da Camera Polacca di Danzica, l’Orchestra da Camera Polacca, anche Teatro di San Carlo di Napoli e Nico Ctr. di Città del Capo (Subprincipal Viola). Ha effettuato prestigiosi concerti in quasi tutta Europa, anche Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone, India, Thailandia, Sudafrica, con grandi musicisti, come Aprea, Kurtz, Kuhn, Lutosławski, Penderecki, Zimerman, Benedetti-Michelangeli, Gulda, Berman, Blumenthal, Swann, Fou Ts’ong , de Larrocha, Zacharias, Szeryng, Menuhin, Kremer, Grimiaux, Accardo, Ughi, Keller, Zmmermann, Meneses, Helmerson, Carr, Brouwer, Nicolet, Larrieu, Adorján, Bourgue, Holliger, Meyer, etc.

Come solista e musicista da camera, ha registrato per EMI (6 dischi), Polish Radio, Polish TV, Polskie Nagrania, BBC, ZDF, SABC e Radio France.

In qualità di insegnante, ha insegnato in tutti i tipi di scuole di musica – dalle primarie di Zakopane, secondarie, superiori e conservatori – all’Accademia di musica di Varsavia – come assistente del prof. Kamasa.

Negli ultimi anni ha collaborato con il Festival Dino Ciani a Cortina d’Ampezzo sotto la direzione artistica di Jeffrey Swann, ha condotto corsi di alto perfezionamento musicale, oltre ad esibirsi in importanti recital in Italia e Polonia.

Ancora oggi svolge attività concertistica in piccoli ensemble cameristici (duetti, trii, quartetti, quintetti), con particolare enfasi sui recital (viola/pianoforte), mentre esegue il più delle volte proprie trascrizioni di sonate per violino e violoncello con ottimi pianisti-cameristi – precedemente con Maja Nosowska, Maciej Paderewski, Paweł Kamasa, Andrzej Bereżyński – attualmente con Marian Mika, Krzysztof Stanienda, Kuba Tchorzewski, Francersco Villa.

Oltre agli studi musicali ha svolto anche corsi di terapia manuale professionale autorizzati dall’Istituto di Formazione Professionale di Varsavia, dall’Università di Città del Capo, dal M° Marcello Brunetti (Scuola di Estetica di Roma) e da 5 docenti, medici e docenti della Facoltà di Riabilitazione del Movimento presso l’Accademia di Educazione Fisica di Cracovia.

Membro dell’Accademia Universitaria A.MI. di Milano – iscritto nell’elenco ufficiale dei terapisti manuali professionisti in Italia.

Come terapista manuale negli anni 1990-2021 ha lavorato stagionalmente in centri sanitari esclusivi a Cape Town, a Cortina d’Ampezzo e dal 2007 nel Centro SPA – Corte – a Borca di Cadore nelle Dolomiti italiane.

Mathias Johansen
professore di violoncello al Vorarlberg State Conservatory di Feldkirch

Corso di Violoncello 8-18/07/2022

Mathias Johansen è professore di violoncello al Vorarlberg State Conservatory di Feldkirch dal 2016.

Il violoncellista norvegese-tedesco era molto richiesto come musicista da camera e solista sin dalla tenera età. Suona regolarmente i grandi concerti per violoncello di tutte le epoche e ha tenuto concerti come solista alla Filarmonica di Berlino e alla Laeiszhalle, tra gli altri, e lavora con orchestre eccezionali come la Lithuanian State Symphony Orchestra diretta da Gintaras Rikevicius e la Filarmonica di Stato tedesca della Renania Palatinato con Ariane Matiakh.

Oltre al suo lavoro da solista, Mathias Johansen è un musicista da camera appassionato e versatile che è stato invitato a numerosi festival, tra cui il PODIUM Festival Esslingen, PODIUM Festival Island, Chamber Music Festival Monteleon, Zeitkunstfestival, Styrian Chamber Music Festival, Chamber Music Festival in León (Spagna) e il Forum dei Compositori di San Pietroburgo.

È ospite regolare della serie di musica da camera del Vorarlberg Musik in der Pforte. I suoi partner di musica da camera includono Antje Weithaas, David Geringas, Klaus Christa, Rudens Turku, Andreas Hering, Benjamin Kim, Byol Kang, Tobias Feldmann e Jonian-Ilias Kadesha, Thomas Reif.

Più recentemente, Mathias Johansen è stato invitato in tournée in Giappone, Norvegia, Spagna, Belgio e Austria. Nel semestre invernale 2017/2018 insegna presso l’Accademia di musica di Stoccarda.

Mathias Johansen è cresciuto in Norvegia ed è arrivato in Germania all’età di otto anni. Dopo essersi formato con Ekkehard Hessenbruch, ha iniziato a studiare con Wen-Sinn Yang nel 2005, è passato a Troels Svane nel 2008 e ha completato il suo master con Frans Helmerson presso l’Accademia di musica Hanns Eisler di Berlino.

Nel 2016 ha superato con lode l’esame di concerto con Conradin Brotbek alla Musikhochschule di Stoccarda. Negli ultimi anni ha inciso i seguenti CD: 2016 – Hugo Kaun – Quintetto per pianoforte (CPO) 2020 – POHADKA (Ars Productin) – opere per violoncello e pianoforte di Martinů, Janáček, Schumann e Dvořák 2021 – Il violoncello incontra l’arpa (CPO) 2021 – Maria Bach – Quintetti e Sonata per violoncello (CPO) 2022 – Louise Farrenc – quintetto con pianoforte, Melanie Bonis – quartetto con pianoforte, Elena Firsova – quartetto con pianoforte. Ha maturato una straordinaria esperienza presso la rinomata masterclass di Prussia Cove in Cornovaglia (Regno Unito) ed è un gradito ospite della serie Open Chamber Music. Ulteriori masterclass con David Geringas, Wolfgang Boettcher, Jens Peter Maintz, Daniel Müller-Schott, Gustav Rivinius, Wolfgang Emanuel Schmidt e Natalia Gutman completano la sua carriera artistica, così come i forti impulsi per affrontare la musica antica del Prof. Hans-Jürgen Schnoor e della sua compagna di musica da camera Prof. Christine Busch.

Adam Tomaszewski

Pianista Collaboratore & Corso di Pianoforte 8-18/07/2022

Adam Tomaszewski è nato il 25 maggio 1991 a Berlino. Ha ricevuto le sue prime lezioni di pianoforte all’età di sei anni.

Tra il 2007 e il 2010 Adam Tomaszewski è stato un giovane studente, prima al Julius Stern Institute e poi all’Accademia Musicale Hanns Eisler, ciascuno nella classe del Prof. Fabio Bidini, in cui ha conseguito la laurea triennale 2010-2015. Nel 2019 ha completato il suo Master nella classe di Janusz Olejniczak presso l’Università di Musica Frederic Chopin di Varsavia.

Ha anche collaborato con molti altri noti professori: Andrzej Jasinski, Pavel Gavrilov, Aleksander Malter, Eugen Indic, Christian Beldi, Alicja Paleta-Bugaj, Karl-Heinz Kämmerling, Kevin Kenner e Nikolai Demidenko.

Dal 2002 al 2009 Adam Tomaszewski ha partecipato più volte con successo al concorso Jugend Musiziert, sia come solista che nelle categorie musica da camera e accompagnamento al pianoforte, vincendo più volte il primo premio a tutti i livelli. Nel 2009 ha vinto il primo premio al concorso nazionale Jugend Musiziert con il punteggio più alto. Questo gli è valso anche il Premio Eduard Söring della Stiftung Deutsches Musikleben e il Premio Speciale della Città di Erlangen (migliore interpretazione di un’opera contemporanea).

Adam Tomaszewski è impegnato da diversi anni in concerti come solista e musicista da camera. Tra l’altro, ha suonato alla Konzerthaus di Berlino nell’ambito di „Young Euro Classics” (2009), al festival musicale „Kissinger Sommer” (2009), al Day of Talents Berlin (2009) e più volte al „Berlin Premi dell’orologio della pace” (2011-2015). Nel febbraio 2011 Adam Tomaszewski ha debuttato nella Filarmonica di Berlino. Un’altra esibizione è seguita nella sala principale della Filarmonica con il 2° Concerto per pianoforte di Rachmaninov.

Da allora si è esibito regolarmente in molti paesi europei, tra cui Italia, Francia, Polonia, Belgio e Spagna. Nel 2017 ha aperto il „Festival Beethoven della Slesia” a Glogowek come solista insieme alla Leopoldinum Chamber Orchestra.

Nel 2020 Adam, insieme al suo partner in duo Simon Zhu, ha ricevuto il 1° premio all’International Chamber Music Competition di Bydgoszcz. Ciò consente loro di produrre un CD insieme nel 2021.

Adam Tomaszewski è borsista dell’International Beethoven Society e del Forum europeo per la musica polacca. Nel 2021 ha ricevuto una borsa di studio dal German Music Council.

Oltre al suo lavoro artistico, Adam Tomaszewski insegna da diversi anni a studenti di tutte le età. Attualmente insegna alla Mendelssohn-Bartholdy Music School di Berlino. E’ inoltre un apprezzato docente presso l’International Master Class di San Vito di Cadore.

Zuzanna Basińska

Pianista Collaboratore 8-18/07/2022

Zuzanna Basinska è stata una pianista e musicista da camera molto apprezzata sin da quando era giovane.

Molto presto il suo percorso l’ha portata sul palco con vari musicisti, con i quali ha ricevuto i più alti riconoscimenti ai concorsi. La pianista si è esibita in molte prestigiose sale da concerto come St Martin in the Fields, Forum Austriaco di Cultura, Istituto Italiano di Cultura, Sala Recital David Josefowitz, Sala Concerti Amarylis Fleming, Residenza dell’Ambasciatore Britannico a Roma, Palazzo sull’Isola nel Parco Lazienki a Varsavia, nella Filarmonica di Poznań, nell’Aula Nova e molti altri. Nel 2018 ha debuttato alla famosa Wigmore Hall.

Zuzanna è vincitore di concorsi pianistici e di musica da camera: il II Concorso Internazionale di Musica “Olimpo Musicale” a Prienai, Lettonia, il XVI Festival Internazionale Frederic Chopin in Masuria, l’VIII Concorso Pianistico Internazionale a Görlitz, il II Concorso Pianistico Internazionale Simone Dalbert Fevrier a Nizza o al XIX Concorso Pianistico Internazionale Frederic Chopin a Szafarnia. Nel novembre 2017 è stata finalista al II Concorso Internazionale di Musica da Camera L. van Beethoven a Luslawice. Nel maggio 2018 è stata premiata come miglior pianista al North London Festival of Music, Drama and Dance. Nel 2019 e nel 2020 è stata premiata come miglior pianista durante il Concorso Internazionale Georg Philipp Telemann di Poznań. Collabora alla Master Class Internazionale di Opole, alla Master Class Internazionale di San Vito di Cadore e al Festival Internazionale e Master Class di Lubiana.

Ha ricevuto diverse borse di studio dal Business and Professional Women’s Club di Poznań e dalla Feliks Nowowiejski Society. Ha anche ricevuto premi dalla città di Poznań e il Premio del Primo Ministro per risultati speciali. Dal 2009 al 2012 è stata assegnataria del Fondo Nazionale per la Gioventù.

Zuzanna Basinska ha preso parte a numerose masterclass in Polonia, Inghilterra, Germania e Svezia dove ha studiato con professori come Helmut Deutsch, Bengt Forsberg, Vanessa Latache, Kevin Kenner, Colin Carr, Leonid Kerbel, Lewis Kaplan, Tanja Becker-Bender, Kaja Danczowska, Fumiko Eguchi, Anna Malikova, José Gallardo, Sergey Kravchenko, Tomasz Tomaszewski, Edward Zienkowski, Waldemar Andrzejewski, Jozef Stompel e Wojciech Switala. Si è esibita anche con Latica Honda-Rosenberg, Tomasz Tomaszewski, Mats Lidstrom, Szymon Krzeszowiec, Piotr Janosik e Maciej Mlodawski.

Zuzanna Basinska ha conseguito il Master con lode dalla Royal Academy of Music nel 2018, nelle classi di Michael Dussek e James Baillieu. Inoltre, ha ricevuto il Premio August Manns. La sua formazione presso la prestigiosa Academy of Music è stata interamente finanziata dal Benjamin Dale Award e dalla Gilling Family Scholarship.

Zuzanna ha anche completato il suo master presso la Fryderyk Chopin University of Music di Varsavia, nella classe di Jerzy Sterczynski. Nonostante la sua giovane età, Zuzanna Basinska lavora all’Università delle Arti di Berlino come ripetitore nella classe di violino del Prof. Latica Honda-Rosenberg. Fino al 2021 ha lavorato anche presso l’Accademia delle Arti di Stettino.

Annachiara Belli

Presidente dei Masterclasses Estivi a San Vito di Cadore

Inizia a suonare il violino all’ età di sei anni presso la scuola di musica di San vito di Cadore. Nel 2007 si iscrive al conservatorio di Klagenfurt (Carinzia, Austria) per studiare con il M° Saewon Suh. Si diploma con lode nel 2012.

Dopo il diploma torna in Italia dove inizia ad insegnare violino in diverse scuole. Accanto all’attività di insegnamento svolge quella di professore d’orchestra principalmente presso l’orchestra di Padova e del Veneto. Nel frattempo si iscrive alla facoltà di Scienze del linguaggio presso l’università Ca’Foscari di Venezia, laureandosi con 110 nel 2019.

Parallelamente al repertorio classico approfondisce quello della musica tradizionale, in particolare irlandese e delle vallate dolomitiche.

Dal 2016 è direttrice della scuola di musica di San Vito e organizzatrice di Sanvitomasterclass, un corso internazionale di alto perfezionamento musicale che si tiene ogni estate a San Vito di Cadore.

Barbara Lübke-Herzl
professore all’Universität Mozarteum Salzburg

Corso di Violoncello 3-11/07/2021

Barbara Lübke-Herzl 

È nata a Wiesbaden (Germania) e ha studiato Violoncello a Würzburg, Freiburg e Düsseldorf con Johannes Goritzki a poi con Amadeus Quartet a Colonia. All’età di 18 anni ha eseguito concerti in Europa e America come violoncellista solista dell’ Orchestra da camera di Colonia.
Nel 1978 ha ottenuto da Sandor Vègh l’incarico di solista per la Camerata Salzburg per poi suonare anche con il quartetto Pro Arte. Con questa formazione ha suonato per più di 20 anni sui palcoscenici più importanti d’ Europa e presso i più importanti festival (Vienna, Budapest, Parigi, Londra, Atene e Berlino).
Nel 1991 il quartetto ha debuttato al Festival di Salisburgo, per poi esibirsi numerose volte alla Salzburg Mozart Woche e a Vienna nella sala del Musikverein. Il prestigio del Pro Arte Quartet è dimostrato anche dal contratto in esclusiva con la RCA Records.
Dal 2002 Barbara Lübke-Herzl ha suonato in diverse ensamble da camera in Giappone, Corea e Taiwan. Ha suonato con musicisti di grande fama quali Benjamin Schmid, Vladimir Mendelssohn, Sabine Meyer, Eduard Brunner, Hermann Baumann e Julius Berger.
Nel 2001 ha iniziato a concentrarsi maggiormente sull’insegnamento e è docente adesso preso il Mozarteum di Salisburgo. Insegna anche regolarmente all’accademia internazionale estiva del Mozarteum e anche in diverse masterclass quali: Austrian Masterclasses, Musikakademie Tirol e Musiktage Seefeld.
Dal 2015 lavora come lettrice universitaria al Pre College dell’ univeristà Mozarteum a Salisburgo.

Catalin Ilea
professore all’Universität der Künste di Berlin

Corso di Violoncello 5-13/09/2020

Ilea Catalin è il vincitore di quattro concorsi internazionali. Ha studiato con Dimitrie Dinicu, Enrico Mainardi e Pierre Fournier. Ha collaborato con orchestre, come Staatskapelle e Deutsches Symphonieorchester Berlin, Tonkünstler Vienna, NDR Hannover, LA Philharmonics, Filarmonica di Bucarest, Orchestra di Radiodiffusione Rumena, Orchester de La Suisse Romande ecc. Catalin ha partecipato a festival quali Linz Bruckner, Flandern-Festival, Autunno di Varsavia, Giornate Musicali di Colonia, Messiaen Avignon, Concerti Speciali UNO New York, Israele Musica Estate, Shanghai Broadcasting Festival. Ha registrato oltre 40 dischi e CD (Electrecord, EMI, EMS, Olympia, OWM…). Membro di molti ensemble di musica da camera, come Musica Nova, Trio Bukareszt, Sharon Quartet e altri. Dal 1994 è membro di diverse giurie di concorsi internazionali: Casals (Spagna), Brahms (Austria). Tiene regolarmente masterclass in Germania, Belgio, Italia, Polonia, Corea del Sud.

Jakub Tchorzewski
membro dell’European Chamber Music Teachers’ Association
www.piano.info.pl

Corso di Pianoforte e Musica da Camera 6-13/07/2019

É un pianista polacco specializzato in musica da camera. Tchorzewski si è esibito in Europa, Nord America, Giappone e Brasile. Le sue performance sono state registrate e trasmesse alla radio in Polonia, Italia, Svizzera, Slovacchia e Repubblica Ceca. Negli ultimi anni, è stato invitato a partecipare a prestigiosi festival di musica come la Biennale Musica di Venezia, Festival di Bologna, Serate Musicali di Milano e Festival Pianistico di Roma. Si è esibito al Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Parma, il Teatro Bonci di Cesena, Teatro Sociale di Bergamo e all’Auditorium Pollini di Padova. Ha collaborato con musicisti di fama mondiale come Dejan Bogdanovic, Anna Maria Staśkiewicz, Piotr Tarcholik, Jodi Levitz, Leszek Brodowski, Luca Fiorentini, Bartosz Koziak, Jadwiga Kotnowska ed altri. Ha inciso 9 CD per le case discografiche come Acte Préalable, Dux, Musiques Suisses, Tactus, Vermeer e Warner/Polskie Nagrania. Collabora con il Conservatorio B. Marcello e il Teatro La Fenice di Venezia.

© Associazione Musica Sanvitese